“Niente sarà più come prima”.

Si sente spesso ultimamente ripetere questa frase, a proposito del post Coronavirus: “niente sarà più lo stesso”, oppure “niente sarà più come prima”. E si riferiscono generalmente come cause lo sconvolgimento economico, le future politiche di monitoraggio della popolazione, il ruolo della digital transformation…

Io credo che una delle principali cause sarà il fatto che le persone si saranno fermate a riflettere. Avranno compreso l’aleatorietà delle loro previsioni, avranno imparato a conoscere meglio e più profondamente le persone che le circondano. Avranno soprattutto avuto tempo di osservare bene le loro vite e i loro comportamenti. E probabilmente a seguito di questi pensieri molti rivedranno le loro scale di valori, resetteranno le loro priorità lavorative e personali.

Riflettere su noi stessi, sulle nostre azioni, su chi ci circonda, è un lusso che in condizioni normali non ci possiamo permettere. Adesso siamo stati obbligati a farlo, e sicuramente ci servirà per cambiare paradigmi e convinzioni che non abbiamo mai messo in discussione.

Informazioni su Davide Medri

Sales Consultant and Senior Professional Trainer Vedi tutti gli articoli di Davide Medri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: